Semalt: non forzare Google a odiare il tuo sito

Jack Miller, il Customer Success Manager di Semalt Senior, ti avverte che Google può far scomparire il tuo blog o sito Web dai risultati di ricerca se provi a ingannarlo con traffico di bassa qualità o riempimento di parole chiave. Ad esempio, se generi molto traffico sul tuo sito Web e continua a crescere su alcuni post, Google verrà avvisato a tale proposito e tutti i post e le pagine del tuo sito alla fine scompariranno dai suoi risultati di ricerca. E la cosa peggiore è che non sarai mai avvisato. Ti perderai semplicemente su Internet e la reputazione del tuo sito Web potrebbe essere rovinata.

Link per l'acquisto

Se hai mai acquistato link da qualcuno o da una cosiddetta società SEO affidabile, è probabile che Google penalizzi il tuo sito. Se generi da centinaia a migliaia di link e provi ad entrare nella prima pagina, non potrai mai ottenere i risultati desiderati. Google ritiene che l'acquisto di link sia una pratica SEO black hat e tutti gli altri motori di ricerca lo chiamano spam. I siti irrispettosi e i profili dei social media offrono collegamenti a pagamento, che non sono adatti a nulla. Quindi, non dovresti mai scegliere una di queste opzioni.

Partecipare alle directory dei collegamenti sbagliati

Se hai aderito alle directory dei link sbagliate, dovresti rimuoverti da loro il più presto possibile. Molte directory pubblicheranno il tuo URL a casaccio, ed è quello che a Google non piace di più. I motori di ricerca considerano la maggior parte delle directory come spam di bassa qualità, quindi non dovresti mai sceglierle e cercare solo le directory di qualità. Matt Cutts di Google afferma che le directory dei link sono una delle parti più incomprese e strane del SEO.

Articolo di marketing

Nel caso in cui non abbiate sentito parlare del marketing dell'articolo, lasciate che vi dica che esiste da anni. L'idea è di scrivere articoli, girare le sue diverse versioni e apportare piccole modifiche alle parole. Quindi i blogger inviano tali articoli a vari siti per i collegamenti a ritroso. Siti Web e aziende rispettabili, tuttavia, non vanno con questa opzione. Se ritieni che l'articolo di base o E-Zine possano fornire risultati di qualità, stai commettendo un errore significativo e potresti vedere il tuo sito Web perso nei risultati del motore di ricerca.

Ripieno di parole chiave

È sicuro dire che il riempimento di parole chiave non è amichevole per un sito Web ad ogni costo. Se hai utilizzato molte parole chiave e frasi in un singolo paragrafo, Google ridurrà presto il tuo ranking e potrebbe danneggiare la reputazione del tuo sito. Riempire le parole chiave significa usare molte parole chiave più e più volte nei tuoi contenuti e se speri che ti porti un buon posizionamento, non ti gioverà in alcun modo.

Testo di ancoraggio innaturale

La principale preoccupazione di Google è eliminare il testo di ancoraggio innaturale. Se non ne sai nulla, lascia che ti dica che i testi di ancoraggio fanno riferimento al testo all'interno di un link specifico. Ha lo scopo di creare collegamenti su un sito Web. Google ha recentemente aggiornato il suo algoritmo e i testi di ancoraggio innaturali sono ora considerati spam.

Collegamenti interrotti

Dovresti sempre controllare il tuo sito web per collegamenti interrotti e correggere i codici HTML. Ripeti questo processo tre volte alla settimana per assicurarti che il tuo sito sia conforme alle norme di Google. Al motore di ricerca non piacciono i siti Web con collegamenti interrotti o inutili, quindi non dovresti mai andare con quello a tutti i costi.